L'immagine mostra delle emoticon

Come descritto anche nel numero di novembre del nostro Magazine, gli strumenti con sintesi vocale stanno concentrando sempre più la loro attenzione sulle emoticon. Nel far questo, non si limitano solo a quelle incluse nelle varie tastiere, ma stanno lavorando per rendere fruibili anche quelle sviluppate nelle applicazioni stesse. Questo linguaggio pittografico, che ipostatizza l’emotivo in alcuni tratti, sta sempre più prendendo piede e anche noi ne possiamo godere.
Messenger ha sviluppato un ricco pannello di pittogrammi che comprende faccine, divise nelle consuete categorie, adesivi, disponibili sia in modalità predefinita sia in un negozio, e figure ancora più animate, per ora non leggibili. In linea teorica, però, non mi sento di escludere che, aggiornando il proprio sintetizzatore vocale con alcuni, come ad esempio Eloquence, anche questa sezione non possa divenire accessibile.
Orientando il telefono con la porta di caricamento rivolta verso il nostro stomaco, lanciata l’applicazione Messenger ed entrati in un contatto, troviamo in basso il pulsante Mi piace, che esprime gradimento, e quello in questione nel presente pezzo, ovvero emoticon. Se premiamo questo ultimo pulsante, accediamo ad un pannello che attualmente risulta diviso in tre grandi categorie. Almeno due di queste sono accessibili, ovvero Adesivi (selezionata come predefinita) e Emoticon. La categoria Gif, invece, risulta attualmente non fruibile.
Le faccine appaiono divise in categorie che, come al solito, risultano allineate. Esiste, come già indicato in un articolo precedente, la categoria recenti, che ci mette in evidenza i pittogrammi usati di recente. Le categorie in cui sono organizzate le faccine sono: BandiereSimboliOggettiViaggi e luoghiAttivitàCibo e bevandeNaturaEmozioni. Viene indicata anche la sottocategoria selezionata ed il passaggio da una sottocategoria ad un’altra, appare vocalizzato. A seconda del motore in uso, ogni faccina può essere già descritta in italiano o vocalizzata in lingua inglese.
Lasciamo le faccine, la cui perlustrazione ed immissione sono comunque vocalizzate e funzionano come quelle di un comune carattere alfanumerico, e passiamo al pannello Adesivi. Troviamo molti adesivi, sebbene quasi tutti siano letti in inglese (attualmente ve ne sono 44 predefiniti), ma in alto troviamo il pulsante Negozio di adesivi, all’interno del quale è possibile trovare altri adesivi, sempre vocalizzati in inglese, per ora gratuiti.
Soprassediamo sulla terza sezione del pannello essendo, come detto, attualmente non fruibile attraverso sintesi vocale. Monitoreremo la situazione nei prossimi mesi e, ove lo diventasse, ne daremo notizia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.