L'immagine raffigura un soggetto bendato ed il logo di Android

Anche se si è ipovedenti o non vedenti è possibile gestire un dispositivo mobile (smartphone o tablet) con Android, il sistema operativo più diffuso tra chi vede: seppur percorrendo vie differenti, infatti, in questo ambito le persone con disabilità visiva possono raggiungere gli stessi risultati a portata di mano di chi non ha problemi di vista. E un corso della durata di due giorni, il 10 e l’11 novembre prossimi nella sede (vEyes Land) a Fornazzo, sull’Etna, della onlus vEyes, accompagnerà lungo questo vie differenti. Denominato “Android ad occhi chiusi”, il corso si pone come obiettivo appunto quello di formare una persona con disabilità visiva ad un utilizzo accessibile di un dispositivo mobile (smartphone o tablet) col sistema operativo Android. La due giorni – con lezioni teoriche e pratiche – vedrà impegnati due docenti, i professori Alessio Conti e Massimiliano Salfi, e ciascun discente durante le sessioni pratiche sarà seguito dagli assistenti d’aula Giuseppe Brischetto e Andrea Caruso.

IL PROGRAMMA

Nella prima giornata del corso, il 10 novembre, dopo l’accoglienza e la consegna – da parte dei discenti – dei dispositivi Android per verifiche e configurazioni (chi non fosse possesso di alcun dispositivo dovrà comunicarlo prima, e in questo caso durante il corso gli verrà messo a disposizione un tablet Android Samsung Galaxy Tab), tre moduli: nell’ordine, “Introduzione al Sistema Operativo Android, accessibilità, lettori di schermo, sintesi vocale”; “Il lettore di schermo Talkback e le gesture” ed infine “Conoscere la tastiera di Google”. Alla fine dei lavori, poi, trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
L’indomani, l’11 novembre, il corso si rimetterà in moto al mattino nei locali di vEyes Land con i moduli 4 e 5 – “Inserimento contatti in rubrica”, “Chiamata da rubrica o da tastiera dell’app telefonica” – cui seguiranno le sessioni “Gestione della posta elettronica” e “La messaggistica: SMS, Whatsapp e Messenger”. Dopo la pausa pranzo, nel pomeriggio, infine, “Cenni su Facebook e installazione di applicazioni da Play Store”.

LE ISCRIZIONI

Per partecipare al corso bisognerà iscriversi entro e non oltre il prossimo 7 ottobre inviando una email a info@veyes.it ed indicando i propri dati anagrafici, un recapito telefonico al quale potere essere contattati, eventuali intolleranze o particolari esigenze alimentari, se si è da soli o con un accompagnatore e se si è o meno in possesso di uno smarthphone Android (e in caso affermativo, della relativa versione del sistema operativo in oggetto). Il corso verrà tenuto solo al raggiungimento del numero minimo di 8 discenti; per ragioni organizzative e per consentire un apprendimento ottimale, inoltre, il numero massimo di discenti previsto per l’aula è pari a 10. Giorno 9 ottobre verrà comunicato agli iscritti il raggiungimento del numero minimo ed ai primi 10 iscritti (farà fede l’ordine di arrivo delle email) verranno indicate le coordinate per confermare l’iscrizione al corso. Per i fuori sede, segnalandolo al momento dell’iscrizione, sarà prevista la possibilità di essere prelevati in auto, il 10 novembre, alla stazione centrale di Catania o nell’aeroporto Fontanarossa, da uno dei volontari della onlus vEyes. In particolare: la partenza dall’aeroporto di Catania è prevista alle ore 14, mentre la partenza dalla stazione centrale di Catania è prevista alle ore 14,30. Ulteriori informazioni, comunque, possono essere richieste inviando una email a info@veyes.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.